Un sistema unico in grado di offrire al pubblico un’esperienza di visita personalizzata e di contribuire alla Digital Governance del Museo

Dopo l’iF Gold Award 2024 la Fondazione Luigi Rovati Platform, la piattaforma innovativa ideata dall’omonima Fondazione milanese, progettata e sviluppata da Dotdotdot, si è aggiudicata anche il Red Dot Award 2024 nella categoria...

Dopo l’iF Gold Award 2024 la Fondazione Luigi Rovati Platform, la piattaforma innovativa ideata dall’omonima Fondazione milanese, progettata e sviluppata da Dotdotdot, si è aggiudicata anche il Red Dot Award 2024 nella categoria Design Concept.

Il sistema, data-driven, è stato progettato per offrire al visitatore del Museo d’Arte della Fondazione Luigi Rovati un’esperienza personalizzata durante il percorso museale e supportare il management nelle operazioni di governance.

I deliverables sono due:

un’audio-guida basata sulla localizzazione (Context Aware) che attiva automaticamente i contenuti sullo smart phone personale quando il visitatore entra in uno spazio o si avvicina a un reperto, offrendo anche la possibilità di attivare ulteriori approfondimenti

un’architettura di Digital Governance: il sistema di back-office interconnesso aiuta lo staff del museo a monitorare i flussi di visitatori, raccogliendo dati relativi al loro interesse e gradimento. Un modello di informazione utile anche per orientare la programmazione museale.

Per realizzare la Fondazione Luigi Rovati Platform, Dotdotdot ha utilizzato una metodologia basata sulla ricerca che usa l’analisi di dati quantitativi e qualitativi, e la profonda conoscenza che lo studio vanta in tema di tecnologie digitali e interfacce, per ideare nuovi servizi, esperienze e interazioni, progettandoli a partire dai desideri (espressi e inconsci) degli utilizzatori. Il processo prevede la prototipazione dei servizi e intense attività di user testing e validation prima di arrivare al concept finale.

Giovanna Forlanelli, Presidente Fondazione Luigi Rovati: “La Fondazione Luigi Rovati nel suo processo di costruzione di un modello di infrastruttura culturale, fra le diverse innovazioni, ha ritenuto importante lo sviluppo di una nuova piattaforma digitale integrata selezionando la società Dotdotdot per realizzarla.”

Alessandro Masserdotti, Co-Founder e CTO di Dotdotdot: “Siamo molto felici di questo riconoscimento che premia un progetto unico. Abbiamo progettato e sviluppato la prima piattaforma di gestione integrata per la cultura, una piattaforma unica in grado di gestire i diversi aspetti digitali e curatoriali di un museo. Un’interfaccia con un doppio sguardo, uno per i visitatori e uno per i gestori. Un’app intuitiva in grado di cambiare la sua natura e funzione in base al luogo in cui viene usata e un gestionale che integra tutti gli aspetti dell’esperienza di un museo”.

Categories
art & designevidenza

RELATED BY